LA MAPPA DI ALAGAESIA - Clicca sui luoghi contrassegnati per leggere la descrizione
  • Aberon»
  • Carvahall»
  • Ceris»
  • Deserto di Hadarac»
  • Dras-Leona»
  • Gil’ead»
  • Grande Dorsale»
  • Ellesmèra»
  • Farthen Dûr»
  • Hedarth»
  • Helgrind»
  • Monti Beor»
  • Pianure ardenti»
  • Sílthrim»
  • Surda»
  • Teirm»
  • Urû'baen»
  • Yazuac»
Aberon
È la capitale del Surda, dove risiede il re dei nani.
Carvahall
Che strano destino vanta questo piccolo villaggio: qui è dove cresce Eragon, qui dove si schiude l’uovo di Saphira, qui dove inizia l’avventura di Roran. Insomma, è a Carvahall che tutto incomincia.
Ceris
Piccolo avamposto elfico, abitato per lo più da sentinelle.
Deserto di Hadarac
Immaginare che una volta questa landa desolata fosse una terra verdeggiante è difficile, eppure è così. Ma se i nani sono stati costretti a trasferirsi proprio per l’impoverimento delle risorse, questa terra è diventata l’insediamento perfetto dei draghi.
Dras-Leona
È la seconda più grande città dell’Impero. Purtroppo, è famosa per la sua incredibile povertà, e il riprovevole commercio di schiavi che vi si perpetra.
Gil’ead
Città sotto il controllo dell’Impero, che non ha perso tempo a occuparla: grazie alla sua posizione centrale, è infatti un ideale crocevia commerciale. Ma la città ha un volto persino più oscuro: vi sorge una terribile roccaforte dove vengono segregati i nemici dell’Impero.
Grande dorsale
Questa catena montuosa è tanto impervia che molte superstizioni sono fiorite intorno a lei. Pochi hanno il coraggio di avventurarvisi, ma a chi riesce nell’impresa, può succedere di assistere a veri miracoli, come la comparsa di un uovo di drago.
Ellesmèra
È la capitale del regno degli elfi, il punto in cui si concentra la quasi totalità della popolazione, e sede della famiglia reale. La caratteristica fondamentale della città, che le permette anche di rimanere invisibile agli occhi degli estranei, è d’esser fatta di alberi, non di mattoni o pietre.
Farthen Dûr
In questo enorme cratere vulcanico, che a detta di alcuni sarebbe profondo ben dieci miglia, sorge Tronjheim, gloriosa città dei nani. Ma è qui, anche, che hanno scelto di stabilire la loro sede i ribelli Varden.
Hedarth
Un avamposto del popolo dei nani, l’unico insediamento di questa razza fuori dai Monti Beor. In Alagaësia, non c’è cittadina che sorga più a oriente di lei.
Helgrind
Un’atmosfera maligna soffia intorno ai tre picchi di questa montagna di roccia nuda. è il teatro principale di un’ancor più oscura religione, i cui fedeli sono famosi per i sacrifici umani.
Monti Beor
È, questa, la catena montuosa più imponente di Alagaësia, tanto che alcune sue vette si ergono per oltre dieci miglia. I picchi sono dunque perennemente innevati, ma più in basso crescono folti boschi. I Monti Beor sono la dimora dei nani: secondo le loro leggende, è proprio tra questi monti che Helzvog, il loro dio, li ha creati.
Pianure ardenti
Questa zona è così detta perché ricca di torba, che è stata inavvertitamente incendiata dai draghi durante una battaglia tra Cavalieri e Rinnegati. è un luogo inospitale, che reca ancora su di sé i segni di una terribile pagina della storia di Alagaësia.
Sílthrim
Città elfica tanto magnifica da essere seconda solo alla capitale.
Surda
Terra libera, asilo dei rifugiati, ultimo baluardo della lotta contro l’Impero: il Surda è questo e molto altro ancora.
Teirm
Che Teirm dovesse giocare un ruolo di primo piano in tutte le vicende di Alagaësia lo confermano anche le leggende: è qui che, si narra, sono approdati prima gli elfi e poi gli umani. Molto dipende dalla posizione della città, a ridosso del mare. Come tutte le cose, un vantaggio può trasformarsi nel suo esatto opposto: Teirm è sempre stata esposta alle razzie di pirati e Urgali. Per questo, può contare ora su una cinta muraria eccezionale.
Urû'baen
Lunga è la storia di questo insediamento, tanto che una volta era una città elfica, Ilirea, distrutta durante la furiosa guerra che vide draghi ed elfi schierati su opposti fronti. Gli abitanti sopravvissuti finirono con l’abbandonarla, e la terra venne poi occupata degli umani, che la elessero a loro capitale. Il volto della città è cambiato totalmente con l’arrivo di Galbatorix.
Yazuac
È una piccola cittadina imperiale, distrutta dagli Urgali. Ma è un punto di svolta nella storia di Eragon, perché è qui che il Cavaliere dei Draghi imparerà qualcosa di fondamentale.